1956 Peppino De Filippo – Lettera a Lucio Ridenti

Da IL DRAMMA Num. 236 - Maggio 1956:

  • Peppino e la sua Compagnia per l'America del Sud
    Autore: Peppino De Filippo

 

 

PEPPINO DE FILIPPO E LA SUA COMPAGNIA PER L'AMERICA DEL SUD

(Lettera a Lucio Ridenti direttore del mensile IL DRAMMA)

Carissimo Lucio, come già sai, nel prossimo mese di giugno partirò, a capo di una Compagnia di Prosa ltaliana appositamene formata, per I'America del sud, dove etfettuerò un giro artistico di circa quattro mesi. Da parecchi anni mi erano pervenute offerte per una tournée del genere, ma, purtroppo, per un complesso di circostanze contrarie, non mi era mai stato possibile aderire ai vantaggiosi inviti rivoltimi. L'occasione buona si è presenlata quest'anno e così mi sono deciso al viaggio. Devo esser grato di ciò alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha voluto agevolare il mio compito fornendomi dei mezzi necessari a costituire una formazione adatta, per quantità e qualità di elementi, al repertorio esclusivamente italiano che presenterò. Tale repertorio comprende prlncipalmenle le mie commedie; di altrl autori ho incluso naturalmente Pirandello, con "ll piacere dell'onestà" o  "Pensacl Giacomlno" e qualche atto unico; "24 ore di un uomo qualunque" e "Commissario di notturna", di Ernesto Grassi; "L'aulularia" dl Plauto, con la regla di Glulio Pacuvio, e forse "I nostri sogni" dl Betti. Come vedi si tratta di un repertorio che giudlco particolarmente adatto alle comunità italiane dei Paesi in cul reciterò, come alle popolazlonl locall; adatto soprattutto nel senso di portare laggiù un teatro "ltallano" nella più larga e popolaresca accezione del termlne; un teatro che penso debba destare un nolevole interesse, perché più tlplcamente "nostro" e quindi meno conosciuto. ll mio itinerario è cosl stabilito: partenza da Genova il 12 giugno per raggiungere il Brasile il 25 dello stesso mese. Dal 26 glugno al 22 luglio reciterò al Teatro S. Anna di San Paolo; dal 24 luglio al 2 agosto al Teatro Municipale di Rio de Janeiro. Passerò poi in Argentlna, dove reciterò dall'8 agosto al 30 settembre al Politeama Argentlno di Buenos Aires, ed infine nell'Uruguay, al teatro Solis di Montevideo, dal 2 all'8 ottobre. Sarò di nuovo a Genova il 24 ottobre. Caro Lucio, spero di riuscire pienamente nel mio intento, che è quello di rendermi degno del compito affidatomi, portando sempre più in alto le tradizioni artistiche del nostro teatro italiano e di essere altrettanto degno della grande fiducia con la quale sono atteso in quei bellissimi ed ospitali Paesi. Arrivederci, Lucio carissimo; e, fidando nel tuo validissimo aiuto per quanto particolarmenle riguarda le notizie che ti perverranno della mia tournée, ti abbraccio con cuore di vecchio amico e ammiratore.

Tuo Peppino.

Nelle fotografie: 1) Ave Ninchi 2) Luigi De Filippo 3) Lidia Martora - Gaziella Maranghi - Ady Marzano - Lia Canzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *