Cercasi tenore (1989) – Enrico Montesano

Garinei e Giovannini presentano:

C'ercasi tenore (1989)

Due atti di Ken Ludwig. Versione italiana di Iaia Fiastri

  • Interpreti: Enrico Montesano, Roberto Caporali, Caterina Sylos Labini, Cinzia Leone, Gianna Piaz, Galeazzo Benti, Stefania Montorsi, Claudio Insegno
  • Preparazione ai brani lirici: Giuseppe Morelli e Berto Pisano
  • Scene: Umberto Bertacca
  • Costumi: Lucia Mirisola
  • Regia: Pietro Garinei

 

 Fotografie di Guglielmo Coluzzi - Pino Settanni

Montesano - La Compagnia

Programma di sala (pagine 8)
  • Introduzione (Iaia Fiastri)
  • I personaggi e gli interpreti
  • Fotografie di Guglielmo Coluzzi - Pino Settanni

CERCASI TENORE...

di Ken Ludwig è una commedia ad orologeria dal meccanismo diabolico dove i sentimenti non sono che il pretesto per innescare equivoci a catena e risvolti a sorpresa atti a suscitare quel riso liberatorio che da Plauto in poi continua ad essere una efficace e piacevole terapia per il pubblico di ogni mese. Ambientata in ltalia, nella versione di laia Fiastri, allo scopo di non perdere riferimenti nostrani ed elementi di riconoscibilità. La storia si svolge nel '34: ai giorni nostri, infatti, con il potere della televisione, non sarebbe possibile scambiare un uomo qualsiasi per un tenore di fama mondiale. L'uomo qualsiasi, Tommaso Cerciolini, è Enrico Montesano, un tenore complessato, succubo del suo datore di lavoro, l'impresario lirico Enrico Moggi, (interpretato da Galeazzo Benti) e innamorato senza fortuna della di lui figlia Rita (alias Stefania Montorsi). ll famoso tenore spagnolo, del quale Tommaso, aiutato dalla truccatura da "Otello", prenderà il posto, è Pedro Almador (Roberto Coporali) che si presenta accompagnato da una esuberante e gelosissima moglie, Maria (Caterina Sylos Labini), Cinzia Leone nei panni di Diana, ambiziosa soprano sexy, Gianna Piaz nel ruolo di Giulia, presidentessa del Comitato Amici dell'Opera e un invadente Valletto, appassionato di melodramma (Claudio lnsegno) contribuiscono a complicare la intricata vicenda di cui sarebbe inopportuno oltre che difficile dire di più. ll lieto fine è assicurato e, speriamo, anche il divertimento.

 
IAIA FIASTRI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *