Grease – Il Musical (1997) Lorella Cuccarini – Giampiero Ingrassia

MUSICAL ITALIA con la direzione artistica di Saverio Marconi e Silvio Testa presenta:

Grease (1997)

Di Jim Jacobs e Warren Casey

  • Interpreti principali: Lorella Cuccarini, Giampiero Ingrassia, Renata Fusco, Michele Canfora, Mal, Amadeus
  • Traduzione: Michele Renzullo - Silvio Testi
  • Adattamento: Saverio Marconi
  • Coreografie: Franco Miseria
  • Scene: Aldo De Lorenzo
  • Costumi: Zaira De Vincentiis
  • Regia: Saverio Marconi

 

Fotografie di Giovanni Montenero e Fabio Parenzan

Link Wikipedia

1. Cuccarini 2. Ingrassia 3. Mal - Foto di scena

Programma di sala (pagine 52)
  • La storia di Grease (Jim Jacobs)
  • Grease ... la sua storia
  • I favolosi anni '50
  • Biografia degli interpreti
  • Fotografie di Giovanni Montenero - Fabio Parenzan
Grease ... la sua storia

Poiché l’essenza di “Grease” è la sua giovanile esuberanza, può sembrare strano parlare di “avvento di un’era”. Rimane comunque il fatto che “Grease” ha quasi trenta anni. La sua genesi risale al 5 febbraio 1971, quando una coppia di attori disoccupati, Jim Jacobs e Warren Casey, decisero di concretizzare una loro idea di musical che stavano già esaminando da un po’ in un teatro sperimentale di Chicago. Lo chiamarono “Grease” volendo evocare lo stile degli anni ’50: capelli tirati indietro con brillantina e grassi fast food. Il teatro, una ex rimessa per tram non disponeva di posti a sedere – i giovani erano ben felici di sedersi a terra su dei giornali che venivano loro consegnati all’ingresso – e l’intera compagnia era composta da attori amatoriali. Ma nonostante tutto ciò il pubblico dimostrò di amare ed apprezzare questo spettacolo, accorrendo sempre più numeroso; all’inizio i profitti andarono alla direzione del teatro che aveva sborsato circa 100 dollari per l’allestimento, ma in seguito, visti gli alti incassi, la direzione decise di dare ai due autori una royalty pari al 50%. Tuttavia per essere considerato un vero musical “Grease” aveva ancora bisogno di qualcosa: la storia doveva essere modificata e le musiche create. E fu così che Jacobs e Casey, su consiglio del produttore di Broadway Ken Waissman e del suo collega Maxine Fox dedicarono i due mesi successivi a scrivere il copione e le partiture. La relazione tra Danny e Sandy divenne così il punto focale della trama e altre dieci canzoni vennero aggiunte (tra queste “Beaty school dropout”, “Freddy my love”, “We go together” e “Raining on prom night”.) Il conflitto tra bande di teenagers rivali lasciò il posto a personaggi spensierati e al rock’n’roll. Nel dicembre del 1971 ebbero inizio le audizioni alle quali si presentarono 2000 aspiranti per 16 ruoli a disposizione. “Grease” debuttò il 14 febbraio 1972 all’Eden Theatre, ma fu accolto meglio dal pubblico che dalla critica. Inoltre, la commissione dei “Tony Awards” decretò che lo spettacolo non poteva ottenere alcuna nomination dal momento che l’Eden Theatre era parte dell’off-Broadway. Immediatamente i produttori minacciarono una causa legale e fu così che “Grease” ricevette sette Tony nominations e si trasferì a Broadway. Nei sei mesi successilli al debutto di New York lo spettacolo attraversò gli Stati Uniti e il Canada con il diciassettenne John Travolta nel ruolo di Doody. Il ragazzo che idolizza Danny. Allo scopo di adempiere agli obblighi sull'occupazione del minorenne, i produttori furono costretti a scritturare anche la sorella di Travolta, Ellen, in qualità di sua chaperone (nello spettacolo era parte del coro). La produzione riaprì l'anno successivo a Sydney e a Londra, Richard Gere, all'epoca ancora sconosciuto al grande pubblico, riscosse un grande successo a Londra nel ruolo di Danny Zuko. Suo successore fu Paul Nicholas mentre Elaine Paige fu scritturata per il ruolo di Sandy. “Grease” è stato prodotto oltre che negli USA e in Inghilterra, in Danimarca, Svezia, Sud Africa, Nuova Zelanda, Australia e Germania. Nel dicembre del 1979 “Grease” si aggiudica il record di maggior tenitura nella storia di Broadway, da allora superato solo da A Chorus Line e Cats. “Grease” divenne largamente popolare negli Stati Uniti e non passava settimana che qualche scuola superiore non mettesse in scena un revival dello spettacolo. Jim Jacobs conclude: “E' difficile immaginare che Grease possa mai passare di moda poiché l'avvento del rock'n'roll sembra appassionare chiunque al di là dei tempi e delle mode”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *