I Bassaridi (1968) Kostas Paskalis – Loren Driscoll

Teatro alla Scala di Milano presenta: 

I Bassaridi (1968)

Opera seria in un atto con intermezzo da "Le Baccanti" di Euripide. LIbretto di W.H. Auden e Chester Kallman. Versione ritmica italiana di Fedele D'Amico. Musica di Hans Werner Henze

  • Interpreti principali: Kostas Paskalis (Penteo) Loren Driscoll (Dioniso) Mirto Picchi (Tiresta) Paolo Washington (Cadmo) Jolanda Meneguzzer (Autonoe) Fedora Barbieri (Beroe)
  • Maestro Concertatore: Nino Sanzogno
  • Regia: Konrad Svinarski
  • Maestro del coro: Roberto Benaglio
  • Coreografie: Henryk Tomaszewski
  • Scene e costumi: Renzo Vespignani
  • Direttore allestimento: Nicola Benois

 

Fotografie 

 1. Paskalis 2. Driscoll 3. Picchi 4. Washington 5. Meneguzzer 6. Barbieri 7. Sanzogno 8. Svinarski

Programma di sala (pagine 24)
  • Introduzione (Franco Serpa)
  • Bozzetti dei costumi
  • Prima rappresentazione 26 marzo 1968
  • Argomento - Interpreti - Fotografie

 

HANS WERNER HENZE
Nato a Gùtersloh (Vestfalia, Germania) il 1 Iuglio 1926, figlio di un maestro elementare. Compì gli studi elementari e secondari a Bielefeld e comiinciò lo studio della musica al Conservatorio di Braunschweig nel 1942. La guerra interruppe i suoi studi: chiamato alle armi nel 1944, cadde in seguito prigioniero degli inglesi. Tornato a Bielefeld a guerra finita, lavorò un po' di tempo come maestro sostituto presso quel teatro. NeI 1946 riprese gli studi musicali al Kirchenmusikalisches Institut (Istituto per la musica sacra) di Aidelberga e fu nello stesso tempo allievo privato di Wolfgang Fortner. Nel 1948 fu chiamato come collaboratore muìicale da Heinz Hilpert direttore del Teatro Municipale di Costanza. Prima di stabilirsi nel 1952 in Italia è stato per due anni direttore artistico del ballo al teatro di stato dell'Assia di Wiesbaden, dove diresse anche vari spettacoli. Da qualche anno svolge attività anche come direttore d'orchestra, regista e scenografo. È membro dell'Akademie der Kùnste di Berlino, della Bayerische Akademie der Schònen Kùnste di Monaco di Baviera e dell'Accademia Filarmonica Romana. Pur continuando a vivere presso Roma, dal 1960 tiene un corso di perfezionamento in composizione al Mozarteum di Salisburgo. Ha ottenuto i seguenti premi: Premio Robert Schumann, Dùsseldorf (1952), Premio Italia (1953), Medaglia d'oro Sibelius, Londra (1956), Gran Premio delle Arti del Land Nordrhein-Westfalen (1952), premio della critica Musicale, Buenos Aires (1958), premio d,Arte di Niedersachsen, Hannover (1962).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *