Il dramma 1937 Numero 265 – Raffaele Viviani

1° Settembre 1937 - Anno XIII - Numero 265

IL DRAMMA

 Quindicinale di commedie di grande successo diretto da Lucio Ridenti - Società Editrice torinese - Torino

  • In questo numero:
  • IO FUI, SONO E SARO' il testo completo della commedia in tre atti di Giuseppe Bevilacqua rappresentata dalla Compagnia Tofano - Maltagliati - Cervi - PERSONAGGI AL CAFFE' commedia in un atto di Fabrizio Sarazani - Modernità del teatro classico (di Pietro Lissia) - Ritratti quasi veri: Vittorio De Sica (di Eugenio Bertuetti) - Termocauterio...
  • In copertina: Raffaele Viviani

 

Raffaele Viviani

Nel quadro delle Compagnie per il nuovo Anno teatrale troviamo regolarmente in linea Raffaele Viviani. Questo singolarissimo ed estroso attore, che Lucio Ridenti ha ritratto in atteggiamento teatralissimo, riprende il suo lavoro con l'entusiasmo che gli è abituale. Egli ha trascorso gran parte delle sue vacanze a Venezia soprattutto per assistere alle recite all'aperto e alla Mostra del Cinema, ma non è rimasto del tutto inoperoso. Viviani non lo potrebbe perché la sua passione per il teatro non lo abbandona mai. Ed ha scritto una commedia nuova, pittoresca vivace e umana, di ambiente napoletano, naturalmente, che rappresenterà non appena riunita la Compagnia. E' risaputo che la fama di Viviani autore uguaglia quella dell'attore; infatti il repertorio della sua Compagnia porta, quasi interamente, la sua firma. E sotto questo aspetto nell'elenco dei nostri autori potremo aggiungere, nel fascicolo prossimo, anche quello di Viviani poiché pubblicheremo una delle più belle e significative commedie, scritta in italiano, che egli stesso ha portato al successo la scorsa stagione: "L'imbroglione onesto".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *