Marat – Sade (1967) Gianni Santuccio – Enzo Tarascio

Piccolo Teatro della città di Milano presenta: 

Marat-Sade (1967)

La persecuzione e l'assassinio di Jean-Paul Marat, rappresentati dai Filodrammatici dell'Ospizio di Charenton sotto la guida del Marchese Di Sade. Dramma in due tempi di Peter Weiss. Traduzione di Ippolito Pizzetti

  • Interpreti principali: Gianni Santuccio, Enzo Tarascio, Carla Gravina, Vincenzo De Toma, Roberto Herlitzka, Clara Zovianoff, Marcello Tusco
  • Musiche: Dorino Saracino
  • Movimenti mimici: Marise Flach - Angelo Corti
  • Scene e costumi: René Allio
  • Regia: Raffaele Maiello

 

Fotografie di Luigi Ciminaghi

.Foto di scena

Programma di sala (pagine 52)
  • La stagione 1967/68
  • Il Piccolo e Weiss
  • Jean Paul Marat - Giudizi su Marat
  • Peter Weiss
  • Articoli vari
  • Interpreti
  • Fotografie di Luigi Ciminaghi

Peter Weiss è nato nel 1916 a Nowawes, nei pressi di Berlino e ha trascorso la gioventù a Brema e Berlino. Di padre ebreo, dopo il 1934 ha seguito Ia famiglia nell'emigrazione, prima in Inghilterra e a Praga, poi, dopo un breve soggiorno in Svizzera, a Stoccolma, dove vive tuttora. Già noto per alcuni collages e film d'avanguardia, ha esordito come scrittore nel 1960 con il "microromanzo" Der Schatten der Kòrpers (L'ombra del corpo del cocchierè), cui seguirono due volumi a sfondo autobiografìco, Abschied von den Eltern (Congedo dai genitori, 1961), tradotto dà Einaudi nella sua "Ricerca Letteraria" e Fluchtpunkt (Punto di fuga, 1962), anch'esso pubblicato da Einaudi; e Das Gespràch der drei Gehenden {la conversazione dei tre viandanti, 1963). Nel 1964 è uscita la sua prima opera teatrale Die Verfolgung und Ermòrdung Jean-Paul Marats, dargestellt durch die Schauspielgruppe des Hospizes zu Charenton unter Anleitung des Herrn de Sade, cioè La persecuzione e l'assassinio di Jean-Paul Marat, rappresentati dai filodrammatici dell'ospizio di Gharenton sotto la guida del Signore di Sade. II Marat-Sade, come è ormai comunemente intitolato questo dramma, ha riscosso un giande successo a Berlino (la prima mondiale allo "Schiller Theater" è avvenuta il 29 aprile 1964, a Londra, New York, Parìgi. ll regista inglese Peter Brook dalla edizione teatrale ha ricavato anche una edizione cinematografica. A partire dal 19 ottobre 1965, attraverso un accordo con Weiss e con gli altri autori, i maggiori teatri tedeschi delle due repubbliche hanno rappresentato Die Ermittlung (L'isrruttoria) che è una spietata e lucida indagine sulla responsabilità della società che ha generato i campi di concentramento, ma anche un richiamo agli obblighi morali e politici che l'uomo d'oggi deve assolvere per non essere travolto da una catastrofe più generale. Dopo L'istruttoria (realizzata in ltalia dal Piccolo Teatro di Milano nella stagione 1566/67) Peter Weiss ha scritto Der Gesang von Lusitanischen Popanz (ll canto dello Stregone Lusitano), rappresentato quest'anno allo "Scalateater" di Stoccolma: una accesa protesta contro ogni forma di razzismo. La piu recente /1967) proposta teatrale di Weiss è un testo che ha quale tema il "Viet-nam".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *