Sogno di una notte di mezza estate (1995) – Umberto De Luca

Maggio Musicale Fiorentino - Teatro Comunale di Firenze presentano al Teatro della Pergola: 

Sogno di una notte di mezza estate (1995)

Balletto in due atti (di Stephen Petronio). Musica di Felix Mendelssohn Bartholdy e David Linton

  • Interpreti principali: Umberto De Luca (Puck) Antonella Cerreto (Hermia) Sabrina Vitangeli (Helena) Massimo Andaloro (Oberon) Rachel Fabre (Titania) Bruno Milo (Operaio) - Corpo di ballo del Maggio Fiorentino
  • Coreografia: Stephen Petronio
  • Scene: Donald Baechler
  • Costumi: Manolo
  • Luci: Ken Tabachnick
  • Direttore allestimento: Raffaele Del Savio

 

Fotografie 

  • 1.De Luca 2.Cerreto 3.Vitangeli 4.Andaloro 5.Fabre 6.Milo 7.Petronio
Programma di sala (pagine 84)
  • Prima assoluta 7 giugno 1995
  • S. Petronio
  • I protagonisti
  • Presentazione (Evgheni Polyakov)
  • Sogno... (S. Petronio)
  • Fotografie
Stephen Petronio

Stephen Petronio è nato a Nutley, nel New Jersey. Ottiene una borsa di studio dallo Hampshire College, dove inizia a danzare nel 1974: suo primo maestro è Steve Paxton, l'iniziatore della Contact Dance. Intraprende la carriera di coreografo presentando nello stesso anno la sua prima creazione a New York. Dal '79 all'86 è uno dei membri di maggiore spicco della Trisha Brown Company. Nel '84 fonda la sua compagnia di danza; da allora si impone come uno dei coreografi più acclamati del panorama internazionale. Ottiene importanti riconoscimenti, quali il premio dell' Associazione John Simon Guggenheim, quello della New York Foundation for Arts e quello come miglior coreografo nell'87. Tra i suoi lavori più importanti l'assolo N.3 ('86), MiddleSex Gorge ('90), Full Half Wrong ('93) e i più recenti The King is Dead ('93), Lareigne ('95) e X-Obsessed ('95). Riceve commissioni dal William Forsythe Frankfurt Ballet, dal Rotterdam Dansgroep e dal Balletto della Deutsche Oper di Berlino. Collabora inoltre con il coreografo inglese Michael Clark per balletti quali Bad piece e Wrong Wrong.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *