Vestire gli ignudi (1985) Mariangela Melato – Luigi Diberti

Comunità Tearale Italiana in collaborazione con il Teatro Nuovo di Milano presenta:

Vestire gli ignudi (1985)

Di Luigi Pirandello

  • Interpreti: Mariangela Melato, Luigi Diberti, Renato Scarpa, Daniele Griggio, Anna Menichertti, Carlo Colombo, Stafania Bifano
  • Musiche Originali: Stefano Marcucci
  • Scene e Costumi: Paolo Tommasi
  • Direzione artistica e Regia: Giancarlo Sep

 

Fotografie  di Tommaso Le Pera

Link Wikipedia

1.Mariangela Melato 2.Luigi Diberti 3.Renato Scarpa - Foto di scena

Programma di sala (pagine 36)
  • 1918-1922: il tempo di "Vestire gli ignudi"
  • Pirandello e il pirandellismo
  • Persona e personaggio
  • Gli interpreti
  • Fotografie di Tommaso Le Pera
1918 - 1922 il tempo di "Vestire gli ignudi"

La vita politica e sociale - Conclusa vittoriosamente la guerra, l'Italia entra in uno dei periodi più tormentati della sua storia. Il ritorno di Giolitti al governo non ristabilisce l'equilibrio politico. Mentre gran parte dell'Europa è scossa dalla lotta tra forze rivoluzionarie e forze conservatrici o reazionarie, in Italia le agitazioni prendono caratteri di violenza particolarmente aspri e prolungati. Nascono il Partito Popolare e il Partito Comunista. La impresa dannunziana a Fiume e i timori della piccola e media borghesia favoriscono le correnti nazionalistiche. Mussolini guida il movimento fascista che giunge al potere nel 1922. In Germania la lotta politico-sociale mette già in pericolo la Repubblica di Weimar che ha raccolto l'eredità del disciolto impero germanico. La società delle Nazioni, fondata nel 1920, si mostra incapace di ristabilire un equilibrio mondiale.

La vita letteraria e artistica - Muoiono Tozzi, Verga, Wedekind, Proust. Anche in Italia si diffondono le esperienze di avanguardia europee. Si pubblicano le raccolte di poesia di Ungaretti. Sulle scene appaiono i drammi di Bontempelli e di Rosso di San Secondo, nei quali è evidente l'influenza di Pirandello. Dal 1919al 1923 esce a Roma la rivista "La Ronda". Nel 1918 Simmel pubblica "Il conflitto della civiltà moderna", e Joice, nel 1922 pubblica il suo "Ulisse". In questi anni Brecht scrive e rappresenta i suoi primi drammi. In Russia fioriscono, favoriti dalla rivoluzione, gli esperimenti teatrali di Majakowskij e di Mejerchol'd. Vengono pubblicate alcune opere fondamentali di Freud e di Joung.

L'opera di Pirandello - Nel 1918 scrive "Il giuoco delle parti" e "Ma non è una cosa seria", portati rispettivamente in scena da Ruggero Ruggeri e da Emma Gramatica. Presso Treves esce il volume di novelle "Un cavallo nella luna". Nel 1920 lascia l'editore Treves e diventa autore di Bemporad. Il 10 maggio 1921 Dario Niccodemi rappresenta "Sei personaggi in cerca d'autore", che provoca contrasti nel pubblico e nella critica. Nel 1921 la figlia Lietta si sposa e si trasferisce nel Cile. Il 24 febbraio 1922 viene rappresentato "Enrico IV" mentre altre sue opere entrano nel repertorio di molte compagnie italiane. Nello stesso anno scrive "Vestire gli ignudi", mentre a Londra e a New York vengono rappresentati "I sei personaggi in cerca d'autore". Il 14 novembre 1922 "Vestire gli ignudi" viene rappresentato per la prima volta dalla compagnia di Anna Melato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *